Dona

34 LITRI DI SODDISFAZIONE

In °°°FOTORICORDANDO°°°, °°°PENSIERI E PAROLE°°°, °°°TRA FIABA E REALTA'°°°, °°°UNA CAREZZA DI PAROLE°°°, DALLA MIA CARTELLA DEI COLORI on 08/10/2007 at 10:48 pm

… di quelle che non puoi acquistare ma che puoi solamente guadagnare attraverso il gusto della tradizione.

Il piacere di vedere la terra regalare ciclicamente vita ai vecchi filari.

vendemmia-2007-1.JPG

Sentire tra le mani la pienezza dei grappoli reduci dalle insidiosi grandinate e dolci fragranze solleticare piacevolmente aspettative.

vendemmia-2006.JPG

Respirare a fondo e percepire di trovarsi al posto giusto.

vendemmia-2007-2.JPG

Grappolo dopo grappolo, acino dopo acino, nel chiaroscuro della tinozza, giocosi piedini si muovono al suono di  altrettanto giocose risate e… il succo zampilla, colora di rosso la pelle e rende solenne il momento.

La Bigia osserva, sorniona, dal ramo più alto dell’albero di cachi e Parruccone, nella sua tana, attende che l’ebbrezza abbia fine.

vendemmia-2007.JPG

Le vecchie assi pazientemente ospitano il placido fermento e l’indice attende impaziente di essere succhiato.

Vivace e ricco di colore, frizzantino e dolce di sapore se ne esce, tra la rosea schiuma che forma, tra un mare di piccole bollicine.

vendemmia-2007-3.JPG

34 litri di soddisfazione che ci hai insegnato a conquistare; non importa se oggi non eri presente, ma promettici che lo sarai alla prossima emozione.

  1. Adesso son proprio curiosa di assaggiare sto vino… facciamo cosi’ Cielo: in cambio di una visita guidata di Ramona alla mostra del Tiziano(senza la compagnia di Tiziana) porti una bottiglia di Greco di Tufo e … ma.ni naturalmente sei invitato!

  2. O…bentrovato!
    @cielolibero: Ho sempre creduto che Greco fosse il paese e che il tufo fosse l’ambiente dove si custodissero le botti. Aldilá di questo, conosco il vino ed é veramente ottimo.

  3. Tufo è un minuscolo paesino tra Avellino e Benevento dove si produce questo bianco pregiato. hic!

  4. Cielo: Greco di Tufo… qualche notizia in più?

    ma.ni: se parli di nostalgia significa che hai nel cuore la tua terra e anche questa del blog e’ una maniera per esserci vicino.
    Ben trovata/o a te
    A presto

    Giulia: Beh Giulia abbiamo un anno di tempo per organnizzare la cosa!

  5. Io non ho mai vendemmiato, deve essere davvero una bella esperienza, ma io sono sempre stata cittadina e nessuno mi ha mai invitato.Ciao Giulia

  6. É decisamente un post poco adatto a chi, come me vive all’estero. Fa venire nostalgia, qui la vite proprio non ne vuol sapere di attecchire.
    Ben trovata.

  7. E stasera un bel bicchiere di Greco di Tufo!!!!🙂

  8. Non puo’ farmi che un enorme piacere aver suscitato in ognuno di voi i rispettivi ricordi di vigne, vendemmiatori, profumi e in qualche modo lasciandosi andare ai ricordi sentirsi per certi versi ancora bambini. Questo e’ quello che in assoluto mi piace di piu’.
    Buon pomeriggio

  9. […] networking (che qualcuno mi dice sempre essere un ottimo esercizio) quando mi sono imbattuta in un post che parlava del vino, del fare vino… Ho avuto subito un flash. Quando ero piccola mio nonno […]

  10. mio papà ha ripreso da un paio di anni quella che era un’abitudine del nonno…il vino-fai-da-te… ne è orgogliosissimo e tornare in cantina e sentire ancora quell’odore asprognolo del vino che sta nascendo mi fa tornare bambina.

  11. Ricordo che da piccolo mio padre mi portava a fare il vino dai suoi amici.
    Era una festa!

  12. Tra poco si vendemmierà ed io vado con il ricordo ad un piccolo vigneto, dove si coltivava una vite che produceva grappoli di uva nera e preziosa come fossero rubini, situato nella campagna di mia nonna in una città siciliana di cui non dico il nome. Osservavo gli uomini che, nella loro bellezza codificata da gesti immutati da secoli, raccoglievano l’uva per poi lavorarla ed io adesso li sto vedendo davanti a me e guardo i loro visi quasi dimenticati nel tempo cercando di scoprire particolari che mi erano sfuggiti nel mio essere bambino.
    I loro gesti sempre uguali mi inducono in uno stato di trance e rimango a guardare estasiato loro, I Vendemmiatori” , i signori del tempo del vino che sotto il cocente sole siciliano sono avvolti da una maestosa nuvola di vapori odorosi ed inebrianti e mi guardano ed annuiscono con la testa come per dirmi – grazie cantastorie che ci stai facendo rivivere – ed io li osservo mentre penso al calice di vino che berrò, simile al Graal che ha contenuto il sangue di Cristo.
    Il vino, quanta parte della storia dell’uomo nei suoi reconditi significati!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: