Dona

*Mille splendidi soli – Khaled Hosseini

In °°°APPENA FINITO DI LEGGERE°°°, °°°PENSIERI E PAROLE°°°, °°°UNA CAREZZA DI PAROLE°°° on 09/11/2007 at 1:47 pm

Quante volte siamo stati rassicurati dai nostri genitori e abbiano a nostra volta rassicurato i nostri figli dopo essersi svegliati da un brutto sogno oppure dopo aver visto delle scene raccapriccianti di un film o semplicemente di fronte a qualche povero bambino capitato nelle grinfie di un orco cattivo in una delle più leggendarie fiabe di sempre.

Stai tranquillo si dice, “…e’ stato solamente un brutto sogno” o “…e’ solo una scena di un film” oppure ancora “… e’ una favola!” come credendo o facendo credere che certe cose spregevoli in realtà non siano mai capitate o non possano capitare.

Ed invece e’ proprio nella realtà di tutti i giorni, magari ci sembra non nella nostra, ma in quella molto vicina a noi certe storie possono davvero accadere.

Storie di uomini che mostrano le loro fragilità con la crudezza di gesti vili su donne e bambini ma anche uomini forti che trattano con fragilità di sentimenti queste creature più deboli.

Bambini con il loro immenso bisogno di affetto, vulnerabili e innocenti spettatori.

Ragazze costrette a diventare anzitempo donne, rinnegate, trattata come oggetti di piacere, come macchine per fare figli, insultate, massacrate di botte, umiliate, condannate.

Donne innamorate.

Madri umili, pazienti, sagge, scrigno di infinito amore per i figli.

Personaggi di storie afgane, personaggi di storie nostre non nel medioevo ma di questi tempi.

Mi mancano una trentina di pagine ma non e’ necessario dare un finale a questo libro.

Posandolo sul comodino non posso dirmi che tanto e’ solo un libro… e trovo conforto dal rassicurante calore del corpicino di mio figlio rannicchiato accanto a me sotto le coperte.

  1. just meandered in….

    Looking for something else, but very fine site. All the best….

  2. *Mayra:grazie a te di aver lasciato il tuo.
    questo libro non e’ strepitoso, c’e’ un qualcosa che mi lascia perplessa e non son ancora riuscita a capire cosa. Di certo le riflessioni che ne derivano a me hanno fatto un sacco di bene.
    A presto

    *Lorenzo: tu non sai io, quando entro in libreria, se fosse per il mio impulso ne uscirei ogni volta con almeno mezza dozzina di libri e nella realta’ succede praticamente cosi’. Pero’ e’ vero ci sono alcuni libri che mi attirano ma che forse quello non e’ il momento giusto per averli sul mio comodino. Allora aspetto perche’ prima o poi succede che avvenga…
    La realta’ e’ vero in certi casi, purtoppo supera di gran lunga la fantasia!
    Un sorriso a te

  3. Volevo leggere anche io codesto libro, mi ha sempre attirato in libreria ma poi alla fine non l’ho ancora acquistato. Credo però che lo comprerò presto… un giorno vorrei anche andare nel deserto!😀

    Credo che molto spesso, nel bene e nel male, la realtà superi di gran lunga la fantasia!

  4. avrei voluto lasciarti un messaggio già da giorni…
    grazie dei tuoi splendidi commenti. Vedrò di leggere questo libro nonchè il primo che ancora non sono riuscita ad acquistare..chissà che non lo trovi sotto l’albero ;-P
    a presto
    Mayra G Louis

  5. *Ramona: si sapevo che dovevi leggerlo, in ogni caso non era mia intenzione farlo, non e’ tanto la trama ad avermi colpito ma la miscela di avversita’, sopprusi soportazione e dignità. Buon rientro.

    *xeena: la rabbia e’ pur sempre un sentimento che talvolta e’ meglio far uscire che tenere lì latente…

    *Roberto: hai detto una grande verita’, spesso abbiamo bisogno prima di tutto trovare rassicurazioni per noi prima di poterne dare agli altri e al giorno d’oggi, talvolta, e’ un lavoro difficile.

    Un caro saluto a tutti
    Dona

  6. La nostra fragilità è sempre presente esce quando meno te lo aspetti,una notizia di cronaca o un evento inaspettato,sta a noi rassicurare chi ci è vicino e nello stesso tempo rassicurare noi stessi.
    Roberto

  7. Violenza bambini terribile mix di cose non potrei leggerlo mi scatena troppa rabbia…..

  8. meno male che non hai parlato della trama… sto aspettando di leggerlo… Forse è l’ambientazione a renderlo affascinante, perchè ci permette di entrare in un mondo lontano che ci fa anche un po’ paura. E al contempo c’incanta, nonostante le differenze, talvolta abissali, talvolta inesistenti, fra le nostre culture. Perchè i snetimenti sono universali, e su questo non si pò discutere.

  9. *Emma: temo di non essermi spiegata molto bene. Penso anzi credo fermamente che le tragedie siano molto vicine a noi anzi magari alcuni di noi ne hanno gia’ vissute sulle proprie spalle. Dico solo che talvolta certe atrocita’ ci sembrano tali da non poter esistere veramente e che possano esserci solamente nella fantasia di qualche scrittore o autore di film o semplicemente nei nostri sogni. Purtroppo non e’ cosi’ e il dolore che procurano restera’ segno indelebile soprattutto per quando di mezzo ci sono i bambini. Ciao Emmae grazie a te

    *Francesca e Melania, sono d’accordo con voi il calore di un bimbo e’ davvero il calore piu’ bello, unico e impagabile… quando sono ad essere tre i bimbi che ti dormono addosso il calore aumenta e talvolta diventa un tantino , come dire… difficile da gestire! A parte gli scherzi guai se non ci fosse!!!
    Ciao a presto

  10. Sì, concordo con Francesca. Il calore del proprio bimbo accucciato vicino è qualcosa di unico e impagabile.
    Grazie per il commento che hai lasciato da me.
    A presto

  11. il calore più bello…

  12. Ho letto il libro precedente, non questo. Mi era piaciuto e ho pianto come una fontana in vari punti.
    Ho sperimentato, per una buona metà del libro, la lettura in due, a letto, accucciati. Ci siamo ritrovati in due a piangere, per motivi diversi.
    Il libro mi è stato regalato da mia sorella, con un ben preciso scopo.
    Pertanto ciò che dici che le tragedie siano ben lontane da noi, non mi trova d’accordo, Dona. Non sono le stesse, ma spesso hanno gli stessi volti. E il dolore brucia, specie se viene da occhi di bambini.
    Grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: