*Andare oltre…

Avrei preferito scrivere del libro che sto finendo di leggere, stasera. E’ un bel libro e le considerazioni non avrebbero tardato a venire.

Ma da qualche parte deve uscire il dolore e  lettere dell’alfabeto attendono di essere adeguatamente miscelate.

Avrei voluto poterti consolare oggi, come facevi tu,  quando ero piccola e cercavo conforto tra le tue braccia dopo l’ennesima sbucciatura alle ginocchia… era raro che tornassi a casa senza aver tagliato la curva e con la mia graziella finire tra il lezzo della concimaia.

Avrei voluto, tenendoti stretto, dirti che va tutto bene, di non  preoccuparti ma  sai che mi vien difficile mentirti e i miei occhi avrebbero fatto da spia,  avrei voluto non averlo fatto un po’ di tempo fa…

Avrei voluto che non ci fossimo fermati, oggi, all’imbocco di quella scala, con il sole alle spalle che stava tramontando…  questa era spesso l’ora in cui si scendeva dal sentiero.

Avrei voluto proteggerti da questo greve presente e ancora un po’ di tempo per noi   e poi c’e’ questa foto, premiata del riconoscimento che da tempo avrei voluto, battere magra consolazione sul passo inarrestabile del destino.

Dedico a te esempio di vita, con tutto l’amore che mai avrei immaginato di provare, questo riconoscimento.

           andare-oltre.jpg

“ANDARE OLTRE…”
3° classificato

Sezione colore

3° CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE

COMUNITA’ DI S. EGIDIO

                   “VIVA GLI ANZIANI”

                         Roma, Palazzo Leopardi, 4 dicembre 2007

Annunci

19 pensieri su “*Andare oltre…

  1. Demi leggo ora il tuo commento, mi era sfuggito.
    Ti ringrazio per l’abbraccio, ne ho avuto bisogno come di quello ricevuto in questi giorni tristi da tutte quelle persone che hanno offerto la loro amicizia al mio papa’.
    un abbraccio anche per te
    A presto
    Dona

    Mi piace

  2. Clara le tue parole mi hanno dato una grossa emozione. Non e’ facile esprimere a parole i sentimenti, piu’ facile e’ forse farlo in questa maniera che guardandosi negli occhi anche se a noi non e’ mai costata tanta fatica.
    Dai andiamo avanti assieme, sai che io ci sono e ci saro’ sempre per te.
    Un grande abbraccio
    Dona

    Mi piace

  3. Dopo diversi giorni in qui ho pensato alla tua foto, mi sento di scriverti questo : GRAZIE PER LA GRANDE EMOZIONE CHE MI HAI DATO.Anche se quel passo è inconfondibile nella mia mente gli ho aggiunto un bastone da passeggio ed ecco i ricordi… il suo profumo tornare ancora una volta ;il passo è sereno e l’ andatura fiera perchè quello che solo Loro in cima a quel sentiero possono vedere non fa paura.
    Avrei voluto che tu non conoscessi ancora questo logorante dolore ma ora so che non sono piu’ sola. un grosso bacio

    Mi piace

  4. Commossa in lacrime Dona… il dolore ci rende poeti davvero… mi hai toccato nel profondo… ti offro un abbraccio che possa per un attimo scaldare il tuo cuore… sensibile e leggiadro…

    Mi piace

  5. *lorenzo: diciamo che l’effetto e’ un po’ quello che sta succedendo nella realta’ che non e’ per niente bella ma fa parte del percorso della vita.

    *Rino: il tuo detto indiano e’ come la grafica del mio blog: anche nel nero piu’ nero c’e’ uno spiraglio di luce! Grazie della vena di ottimismo. Un sorriso

    * Carlo e Fabio grazie e a presto

    *Xeena: mi spiace sentire tanta tristezza nelle tue parole, spero che arrivi presto per te una lieta serenita’: Faccio il tifo per te!

    un caro saluto a tutti
    Dona

    Mi piace

  6. La foto, a mio avviso, è la speranza di un cammino migliore, di un cammino che racchiude già i semi di un futuro certamente felice. C’è un detto in India che dice pressappoco: anche le nuvole più nere hanno il bordo argentato!
    Anche la vità più oscura ha il lato positivo!

    Felicità

    Rino, degustando l’immagine.

    Mi piace

  7. *Roberto: questa foto oramai per me e’ un simbolo e racchiude tutte le parole che vorrei dire … che ho provato a dire.

    *Francesca: la tua commozione dimostra un sentimento ancora vivo e intatto per tuo padre, nel dolore del ricordo la gioia di sentirlo ancora con te. ti abbraccio

    *Melania e Artemisia: grazie di cuore per le vostre parole

    *Michele: talvolta solo le parole sanno consolare l’impotenza dei gesti e la speranza in un domani diverso tiene viva la forza di andare oltre. sento tutto il tuo affetto.

    cari amici grazie di cuore di essermi vicino
    Dona

    Mi piace

  8. …in questo guardare da in cima da valle, tra i prati e rami ormai spogli dell’inverno, in questa nebbia che sale oltre il sentiero, c’è il mistero e l’incontro di un domani diverso, verso una nuova terra.
    con il mio affetto .

    Mi piace

  9. questa fto mi ha fatto piangere, come le tue parole, e non è retorica. sento un nodo srtingermi la gola e sai anche perché? Perché io mio padre lo sogno sempre così…io sono in fondo alla strada. Mi sembra di esserci dentro in quella foto. Ti abbraccio

    Mi piace

  10. La fotografia mette in evidenza una persona che piano piano si sta allontanando mentre tutto attorno si annebbia per lasciare quel’istante indelebile per sempre.
    Le parole sono di una dolceza disarmante.
    Buona domenica anche a Te
    Roberto

    Mi piace

  11. io avrei dato il primo premio a questa foto e a queste parole. E non c’è bisogno di aggiungere altro, che un groppo in gola mi uccide la voce. Vi vedo e vi voglio bene.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...