*Caos calmo

rendercmsfield.jpg

Ha una bella linea, una sicura  sterzata, un’ ottima frenata ed e’ particolarmente  scattante per essere una familiare.

Con il sole, la pioggia e la neve è confortevole, spaziosa, tiene compagnia e sa far ridere anche un bambino, meglio se e’ un portatore di handicap… sicuramente le da qualche punto in più!

Pensate che stia andando fuori tema?
Tranquilli … sto parlando di  CAOS CALMO  certo!

E si perché, a fronte della storia che per altro non mi dice niente di nuovo nel far riflettere la gente che e’ necessario fermarsi e godere delle piccole grandi cose che ci circondano nella vita di tutti i giorni prima che sia troppo tardi, a fronte di un Nanni Moretti che non mi e’ poi così tanto dispiaciuto e di una Golino che continua a non piacermi,  della tanto acclamata e incriminata scena di sesso,  del tentativo di mettere in luce il cinema italiano si cade spudoratamente nel lato commerciale che detta le leggi.
Non so se guardando questo film qualcuno si fermerà a riflettere su alcuni aspetti della propria vita, di certo in questo periodo una casa automobilistica avrà un trend delle vendite in sensibile ascesa.

Forse era meglio che leggessi solamente il libro!

Annunci

13 pensieri su “*Caos calmo

  1. Ciao Dona, era un po’ che non passavo a leggerti, sono straimpegnato con la scuola, ma credo di potermene liberare entro luglio.
    Un saluto da un maturando disperato e ansioso

    Mi piace

  2. *Flavio: Alla mia amica con la quale mi sono recata al cinema e’ piaciuto molto e non ha fatto caso alle mie perplessita’… questione di punti di vista ma eravamo tutte e due a centro sala!

    *ba.BO: diciamo che son rimasta delusa perche’ la storia era bella. Anche io non volevo calcare la mano sulla casa automobilistica ma non ho potuto farne a meno… alla fine quello che mi e’ rimasto di piu’ del film e’ proprio questo aspetto. comunque sono dell’idea che in ogni film c’e’ del buono… appena lo trovo in questo te lo faccio sapere 🙂 scherzo!

    *Alice: mi sa che son proprio sicurA, e’ semplicemente la mia opinione che vale quel che vale.

    *Melania: fammi sapere quando lo vedrai, il tuo amico non ha fatto un brutto lavoro ma forse non poteva non dare spazio a chi ha sponsorizzato il film.

    *Un progressista: mi spiace di essere stata un po’ dura nella mia valutazione ma son fatta cosi’… soprattutto quando mi girano… orano pero’ son gia’ ferme!:-)

    *Rino: qualcosa mi dice che attenderai a lungo…

    *Roberto: vero, ma eccoti qui! Io ancora problemi nel tuo blog invece.

    *Francesca: la mia amica Ramona non piu’ tardi di ieri ha fatto le tue stesse considerazioni e non e’ un caso!

    *Giulia: spero di non aver fatto danni!

    Ciao ciao a tutti
    Dona

    Mi piace

  3. Non sono andata a vederlo perché non riesco a immaginarmi Moretti nei panni del protagonista (veronesi lo caratterizza molto bene nel libro ed io non posso pensare a Nanni Moretti nei suoi panni)…comunque mi convincerò…se non altro per curiosità

    Mi piace

  4. Non ho visto il film,non amo particolarmente Nanni Moretti .
    Ciao Dona come stai era un po che non passavo a trovarti.
    Buon fine settimana
    Roberto

    Mi piace

  5. a me il cinema italiano non piace molto, poi la tua recensione non invoglia molto… comunque utile articolo

    Mi piace

  6. Mi dispiace se il film non ti è piaciuto. Io non l’ho ancora visto e non posso dare un giudizio. Mi dispiace perché conosco bene Antonello Grimaldi, il regista (è della mia città) e speravo fosse la volta buona per lui. L’occasione giusta, insomma.
    Dopo che l’avrò visto ti dirò…

    Mi piace

  7. Io ho letto solo recensioni da “capolavoro”… sei sicuro del tuo giudizio?

    volevo farti sapere che è partita una campagna per salvare la legge 194.
    Se ti va, vieni a vedere da me. Negli ultimi due post sono scritte le intenzioni e le azioni da compiere..
    Più siamo e meglio è!

    Mi piace

  8. Non t’e’ piaciuto eh….
    🙂 Io il libro non l’avevo letto e io i miei spunti me li sono ricavati e li ho graditi (come peraltro avevi letto da me). E a me è piaciuto.
    Sulla casa automobilistica hai perfettamente ragione, io non ho voluto calcare la mano (come ho invece fatto altre volte…ma ti posso regalare qualche ulteriore chicca sul film e le auto presenti.
    Moretti: BMW serie 5 – Isabella Ferrari: Mini nuova (gruppo BMW) – Amico francese: BMW serie 7 – Roman Polanski: Rolls Royce Phantom (gruppo BMW).
    Qualche amico mi accennava al fatto che la normativa sulla pubblicità occulta fosse stata cambiata e che basta citare espressamente nei titoli gli sponsor per far andare tutto bene. D’altra parte il film era fortemente incentrato sull’auto…e qualcuno ha preso la palla al balzo. Troppo al balzo….
    Alla prossima recensione (sperando di essere d’accordo)…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...