Dona

*Visto dall’altezza media dell’uomo italiano

In °°°PENSIERI E PAROLE°°°, °°°TRA FIABA E REALTA'°°° on 21/04/2008 at 9:58 pm

Me ne stavo tranquillamente poggiato sull’ultimo scaffale, all’altezza media dell’ uomo italiano, quello in cui di solito vengono esposti i libri “del momento”.

Li definisco così perché, per un meccanismo che è estraneo dalla mia comprensione, per un certo periodo rimangono lassù, in bella vista e poi scivolano più in basso fino ad arrivare all’altezza di frangette di bimbi, dove per la verità soggiornavo pure io fino a qualche giorno fa… Con la differenza che io non ci sono arrivato per scivolatura!

Poi per mano di un cliente distratto sono arrivato immeritatamente a provare l’ebbrezza dello sguardo di persone adulte, che con una mano disinteressatamente appoggiata sul carrello della spesa e l’altra incuriosita hanno iniziato a sfogliarmi.
All’inizio ero un po’ infastidito di quella mano sudaticcia e profumata di una miscela di odori di latte condensato, filetto di merluzzo e porri. Talvolta a girare le pagine era un solo dito impietosamente intinto a pinzimonio su di un’ umida lingua. Ecco in questi momenti preferivo gli spruzzi degli starnuti dei bimbi e i loro mocci che magistralmente andavano a mimetizzarsi sulla mia copertina scura.

Però di tanto in tanto era anche piacevole, essere al centro dell’attenzione, quando le mani erano delicate e lo sguardo attento, come e’ successo oggi, quando, dicevo, me ne stavo comodamente poggiato sull’ultimo scaffale osservando l’ultimo arrivato, definito dalla commessa che l’ha sistemato “l’ultimo della Kinsella”. Chissà chi sarà mai questa Kinsella pensavo e mi sento sollevare.

Dopo un breve tragitto mi trovavo alla mercé di due occhi vispi e di un pollice asciutto che mi massaggia il margine destro della copertina. E’ una piacevole sensazione quel contatto e non sento alcun miscuglio di odori nauseabondi… Accidenti! Mi ha letto nel pensiero, mi chiedo come abbia fatto perché improvvisamente mi apre con un gesto repentino e mi annusa. Non ci posso credere, lei annusa me! Meno male che non mi ha aperto alla pagina 173 dove ieri quel vecchietto ha versato un po’ di polvere bianca scesa dal capo chinandosi meglio per vedere chissà che cosa… Meno male, meno male altrimenti che figura ci avrei fatto!

Dalla sua espressione non mi sembra comunque molto soddisfatta di ciò che ha annusato e ora legge velocemente qualcosa sul retro e inclina il labbro superiore in una smorfia che non fa presagire nulla di buono.

Ma perché non ha letto davanti dico io “N. 1 New York Time – Nominato – MIGLIOR LIBRO DELL’ANNO” … vabbé dello scorso di anno! Ma mica noccioline, no?

In effetti indugia con lo sguardo ancora un attimo proprio sulla copertina e quando oramai penso sia fatta, anziché fare il viaggio di ritorno prendendo la traiettoria del suo carrello mi ritrovo ancora al fianco dell’”ultimo della Kinsella”. Già prima “a pagina” mi stava un po’ sulle scatole, ma ora dopo con quell’aria da snob con cui mi ha guardato una volta ritornato sconsolato allo scaffale, ho deciso che per lei in questo ripiano non ci sarà storia!

Insomma siamo o non siamo tutti sullo stesso piano, ognuno con la propria personalità e con la propria storia… certo c’e’ chi ha un aspetto più accattivante di un altro ma poi bisogna vedere anche quello che c’e’ dentro di noi!

Pensavo che questa sarebbe stata la volta buona, che in quel carrello ci sarei arrivato, che sarei finito in una casa e preso tra le mani la sera, nel silenzio, in penombra, che finalmente avrei potuto raccontare la mia storia.

Invece no, sarei dovuto rimanere lì chissà ancora per quanto tempo, sperando che se non avessero preso me almeno si sarebbero portati via quell’”odioso ultimo della Kinsella”… anzi dico a voi che state leggendo nei miei pensieri in questo momento… mica me lo fareste un piacere?

Che me lo togliereste dallo scaffale?


IL BAR DELLE GRANDI SPERANZE


J.R. Moehringer

Appendice a lieto fine:
…e dopo il terzo tentativo finalmente ce l’ho tra le mani!

Dona

  1. […] a patto che la persona ne faccia tesoro. Ho parlato spesso di libri in questo blog per esempio qui, qui e anche qui e ancor di piu’ ho letto di libri girando per le pagine del web. Recentemente ho […]

  2. Dona
    io avevo sempre visto gli scaffali di qua mai dalla parte opposta. Accattivanet epunto di vista, da oggi il mio sguardo sarà più attento
    Ciao
    Clio

  3. Ne sara` sicuramente felice.🙂

  4. *Emma: e’ un piacere ritrovarti soprattutto se passare di qua ti mette allegria, ne sono felice.

    *Francesca: sei sempre molto cara e io ti sto proprio trascurando come sto trascurando un po’ tutti in questo periodo fatto di grandi impegni, poco tempo e la salute che fa qualche volta lo sgambetto. Spero di rimediare presto

    *cielo: mi sembra un po’ troppo impegnativo parlare di colpe… non avevo semplicemente capito il precedente commento, per il resto mi pare che non ci siano perplessita’

    *Unodicinque: che piacere trovarti qui, mi ricordo di te, che non riuscivi a lasciare qui dei commenti ma ora questo e’ arrivato e spero non sia l’ultimo.
    Hai ragione, i blog sono davvero tanti da leggere e ultimamente come detto sopra il mio tempo e’ davvero limitato per farlo, un po’ alla volta pero’ passero’ da tutti, anche da te … non vorrei ancora perderti di vista… scrivi ancora anche ricette?

    un caro saluto a tutti
    Dona

  5. Ciao, era tantissimo che non venivo a trovarti ed è stato solo perchè sono andato a rileggere un tuo commento sul mio blog. Accade, ci sono tanti blog da guardare. Ho trovato questa bella sorpresa e sono felice di essere arrivati fin qui da te.

  6. Come spesso succede… e non per colpa tua, nè mia.

  7. ciao, passo per un breve saluto…🙂

  8. ci rallegriamo e godiamo di questo pezzo delizioso.

  9. *Cielo: Sorry… temo di non aver capito!🙂

    *Mio Capitano: non me lo dire, io sono sempre in debito ( si fa per dire) ma per me non e’ la stessa cosa prenderli in biblioteca, mi piace sentirli miei ed effettivamente alcuni costano davvero molto.

    *Daniele: non manchero’ di parlare di questo libro appena l’avro’ letto… speriamo che come detto a Rino ne sia valsa la pena farlo entrare in casa mia ma sento che potrebbe essere cosi’.

    *Melania: la mia prossima recensione sara’ sulla “Parrucchiera di Kabul” libro che sto leggendo ora. Poi vediamo se prendo per mano questo, intanto e’ li sotto la mia custodia ed e’ gia’ una bella sensazione.

    *Noemi: a me piace spesso mettermi nei panni di altre persone e talvolta qualche animaletto od oggetto, immaginare quello che puo’ passare a loro per la mente in determinate circostanze e cosi’ mi faccio trasportare dalla fantasia… tanto per cambiare!

    *Francesca: piace anche a me🙂

    *Barbie: fammi sapere le tue impressioni sulla solitudine dei numeri primi…
    Quale libro hai prenotato?

    un caro saluto
    Dona

  10. beh,
    lo metto in programma per quando andrò a ritirare un libro che già è al secondo tentativo…
    …intanto sto leggendo, sempre consigliato da te, e ti ringrazio, “la solitudine dei numeri primi”
    Ciao, un bacio

  11. bella lettura, senza dubbio…notte!

  12. 🙂 nei pensieri di un libro.. fantastico!!!!

  13. Mi è piaciuto questo post e la sua aggraziata e intelligente ironia. Anche io, come un po’ tutti, attendo una tua prossima recensione.
    buona serata

  14. Anche se già con questo post la voglia di comprarlo è tanta. Ho visto che hai lasciato il link per saperne di più ma io leggo te e voglio sapere da te le sensazioni che questo libro ti avrà suscitato.

  15. Bene dovrai farne una recensione più avanti :-)))

    Ciao
    Daniele

  16. Bene, i libri devono essere tolti dagli scaffali delle librerie. Accadrebbe più di frequente, almeno nel mio caso, se costassero di meno. Un saluto a te.

  17. Scritto… nel mio elenco dei libri da comprare, in cima.
    Che bel post… accidenti a te, e a come sei.

  18. Ben ritrovato Rino…. dove sei stato di bello?
    Ora vengo a leggerti
    Dona
    Ps: grazie… speriamo ne sia valsa la pena averlo fatto entrare a casa mia!!!

  19. .. eccellente, semplicemente eccellente.
    Rino, rileggendo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: