Dona

I CENCI – Alexandre Dumas

In °°°APPENA FINITO DI LEGGERE°°°, °°°PENSIERI E PAROLE°°°, °°°TRA FIABA E REALTA'°°° on 08/08/2008 at 10:42 pm
Un po’ di tempo fa ho letto di questa storia nel blog del mio amico Rino e dell’ amica Artemisia (senza pero’ in quest’ ultimo riuscire a reperire il post) e ho sentito il bisogno di leggere questo libro:
*******
**********
Leggere “I CENCI” di Alexandre Dumas e’ stato come riascoltare una delle tante fiabe della mia infanzia. Il bene che si contrappone al male che riesce sempre a chiudere vincente, seppur ferito, la sua partita ….fosse anche solo per volontà di Dio
C’e sempre una casetta nel bosco pronta ad accogliere una Biancaneve, una fata turchina o un principe azzurro per una Cenerentola, una coscienza per un Pinocchio e un paio di stivali per correre più veloce . Non c’e’ strega cattiva, matrigna, gatto o volpe che tengano, al massimo nelle mie fiabe, per quanto fantastiche gli orchi li mangiavano i bambini, non abusavano di loro.
Ma quelle erano fiabe in cui i bambini erano protagonisti e spettatori e alla fine c’era una morale. In questa “fiaba di Dumas, “fiaba per me per il suo modo di raccontare una delle più straordinarie storie del Rinascimento. I bambini erano solamente gli oppressi protagonisti, non c’e’ morale che si possa far capire ad un bambino, difficile da trovare anche per un adulto negli usi illeciti che erano costretti a subire. Non ci sono scusanti e attenuanti per una persona che abusa di un bambino, a maggior ragione se si tratta di chi ne ha donato la vita.
Padri, che solo la vendetta di figli costretti a crescere troppo in fretta, può fermare e figli che solo il giudizio di Dio può assolvere.
E’ successo alla bellissima Beatrice Cenci negli ultimi anni del 1500, sta succedendo ancora ora nel ventesimo secolo, la storia evidentemente si ripete e da essa l’uomo ha difficoltà a trarre insegnamento.
Beatrice cercò di opporsi con tutta se stessa al padre che la sottoponeva a violenze e depravazioni
Ed esasperata disegnò il suo assassinio. Per questo fu condannata a morte, giustiziata mentre la sensibilità popolare la piangeva. Nessuna fata turchina nel narrare di Dumas solo il desiderio di capire e far capire la violenza in un momento particolare della storia quella del passaggio da un’epoca antica ed una nuova, il desiderio di ribellione alla totale sottomissione patriarcale.
**********

“I CENCI” fa parte dei “DELITTI CELEBRI” : diciotto cronache di crimini efferati e famosi nella storia tra il 1300 e il 1800 scritti da Dumas a trentasette anni quand’era soprattutto un intraprendente giornalista e un drammaturgo di successo.
**********

In copertina: Beatrice Cenci di Guido reni, 1600 circa.
Galleria Nazionale d’ Arte Antica di Palazzo Barberini, Roma

***********

  1. Accidenti Artemisia, scusami dell’ errore probabilmenet ricordavo il tuo commento da Rino… sapessi quanto ho cercato il post che pensavo tu avessi pubblicato su Beatrice Cenci… sono comunque felice di averti citata.
    Un caro saluto
    Dona

  2. Grazie per la citazione, Dona, ma del tutto immeritata. Infatti non ho mai parlato di Beatrice Cenci, ecco perchè non lo ritrovi il post.🙂
    Ricordo invece bene il post di Rino e forse ti riferisci al mio commento che ho lasciato sul suo blog.
    Un caro saluto,

  3. Anzitutto cari amici mi scuso con tutti voi per non aver risposto prima ai vostri commenti. Mi sto godendo la miei figli, la mia terra e i frutti che offre… insomma tra belle di fieno e mele che cadono dall’albero, per non parlare della passata da preparare per il lungo e freddo inverno, sto trascurando un po’ questa casetta e tutti voi.
    Mi concedo ancora un po’ di tempo.

    *Rino: be caro amico venire nel tuo blog e leggere come racconti la storia e’ sempre molto stimolante… e che ci vengo poco ultimamente altrimenti chissa’ quanti altri libri da te evidenziati leggerei!

    *Alessio: Allora non mi resta che leggerne qualcun altro e scoprire qual’e’ il migliore!

    *Unodicinque: grazie a te per essere passato

    *Davide: ti verro’ a trovare. Grazie

    *barbie: carissima diciamo che mi sto concedendo distrazioni🙂

    *Clio: meno male che non ne sei assolutamente convinta! Io credo che alla fine il bene vinca. ieri sera ho sentito questa frase: “Ogni cosa ha una fessura da dove puo’ entrare la luce.”

    *Giulia: ne son felice. A presto

    Un caro saluto a tutti
    Dona

  4. Ciao carissima… sai mi hai fatto venir voglia di leggerlo. A presto, Giulia

  5. Ciao Dona,
    non so se il bene vince sul male, non ne sono certissima.
    Clio

  6. anche tu in vacanza???

  7. Ciao, ti andrebbe di fare uno scambio link con il mio blog? Spero di si.

    Fammi sapere sul mio.😉

    Grazie.

    davideb – http://www.crystalstreet.altervista.org

  8. grazie per questa segnalazione :o)

  9. menomale che c’è Sellerio che si ricorda del buon vecchio Dumas e che ha regalato all’Italia l’inedito scovato da Schopp… un’emozione straordinaria per un dumasiano, unica: avere tra le mani un nuovo libro del maestro, mai letto!

    Dumas, nei “Delitti celebri”, non dà il massimo delle prove, ma il testo si fa leggere con piacere.

    Un saluto

  10. Scusami, Dona, del lapsus calami, avevo letto anche il nome di Artemisia e ho riportato il suo.
    Un saluto
    Rino, errando.

  11. Grazie cara Artemisa. Mi permetto segnalare il post dedicato a Beatrice Cenci.
    Il libro di Dumas è interessante, è una storia romanzata degli accadimenti in quella Roma di fine 1500 e vale la pena davvero leggere, ne esce una donna forte e coraggiosa, vittima degli eventi.

    Un felice fine settimana.

    Rino, ringraziando di cuore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: