Dona

I MISTERI DI ALLEGHE – Sergio Saviane

In °°°APPENA FINITO DI LEGGERE°°°, °°°FOTORICORDANDO°°°, °°°PENSIERI E PAROLE°°°, °°°TRA FIABA E REALTA'°°°, °LIBRI, RECENSIONI on 17/12/2008 at 12:41 am

i-misteri-di-alleghe-sergio-saviane

Ne avevo sentito parlare ancora quando ero una ragazzina ma era un argomento che non mi piaceva , come quando i grandi raccontavano di bisce o di incidenti stradali. Sembrava quasi che loro ne ricavassero una morbosa soddisfazione invece a me poi di notte venivano gli incubi. Mi sarei sognata di una vipera nascosta sotto il tappetino di una  macchina e mentre il conducente era alla  guida, si sarebbe infilata pian piano dai calzoni; questo impaurito da quella cosa viscida e lesta si sarebbe distratto al punto tale di perdere il controllo dell’auto e finire la sua corsa addosso al grande pino nel giardino di Tony Bora.  E si, perché io poi queste storie me le sognavo davvero!

Avevo cosi’ evitato di ascoltare i miei genitori anche quando raccontavano dei delitti di Alleghe.
Ci eravamo stati in quel paese di montagna, con la cinquecento, quella con i sedili rossi. Papà me lo aveva indicato il Centrale, cosi’ come fa un cicerone quando mostra alla comitiva le meraviglie di un luogo e ne descrive a grandi linee la storia. Mi disse che li tanti anni fa, all’albergo Centrale di Alleghe,  morirono ammazzate delle persone e ricordo ancora che subito rabbrividii. Un po’ per la notizia appena ricevuta, un po’ per la vista di quell’edificio chiuso a ridosso del lago, pure lui tetro e cupo con le sue acque verdi.
Non mi son mai particolarmente piaciuti  i laghi… li ho sempre visti come subdoli contenitori di segreti. Di certo, quello di Alleghe ne contiene almeno uno visto che e’ dal 1933 anno in cui, a distanza di pochi giorni, vennero trovate morte due donne l’una giovane cameriera del Centrale (Emma De Ventura)  e l’altra (Carolina Finazzer) da poco sposata con il  figlio del proprietario dell’albergo; dicevo da allora  non si e’ stati in grado di capire del tutto il perché di questi omicidi inizialmente fatti passare come suicidi.
Mio padre non mi racconto’ che a distanza di tredici anni dai primi due delitti ne furono compiuti altri: quello di Luigi Del Menego e Luigia De Toni, marito e moglie, probabilmente rei di essere stati testimoni dei precedenti due e per questo eliminati.

L’ho letto nella ricostruzione di Sergio Saviane nel libro I MISTERI DI ALLEGHE che ha pubblicato nel 1964 molti anni dopo che i delitti furono compiuti, dopo che lui stesso li aveva portati a conoscenza al di fuori di Alleghe con un intervento giornalistico punito cono una condanna penale di otto mesi di reclusione per diffamazione a mezzo stampa.
Non c’e’ piu’ tornato in quel paese per molto tempo,  almeno fino a quando due carabinieri  (Domenico Cuda e Ezio Cesca) riuscirono, dopo un minuzioso lavoro di investigazione, a far arrestare i colpevoli… o presunti tali.
Finirono in prigione, quali autori della serie di delitti, e li vi morirono il capo clan degli albergatori  Piero De Biasio, la moglie Adelina Da Tos , il fratello Aldo,  il Killer Giuseppe Gasperin.
Saviane fa i nomi di tutti i personaggi che hanno ruotato con vari ruoli attorno a i protagonisti cogliendo il loro terrore nel parlare di questi fatti che hanno reso cupo per anni il vivere in quel paese di montagna malgrado fosse reso forte del turismo e del progresso. I delitti son rimasti impuniti per anni oltre che dalla paura e dall’ omertà della gente anche  per volontà politica, giudiziaria e religiosa.
Egli parla del carattere schivo della gente di montagna che va “conquistata” a poco a poco ma racconta  anche del carattere delle vittime e dei loro carnefici. Lo fa forse anche un po’ rischiando di costruire col suo libro piuttosto che un racconto di un’ inchiesta una sceneggiatura di un film, creando situazioni e circostanze che concatenate tra di loro fanno sembrare giusta la sua teoria e i moventi che avrebbero spinto gli assassini a compiere il susseguirsi di fatti atroci.
Del resto, lui racconta anche del lavoro svolto dalla coppia dei carabinieri nel 1958 tutt’altro che  superficiale come invece è stato quello  dei loro  colleghi al momento dei delitti,  tuttavia Saviane e’ stato accusato più di una volta oltre che di aver gettato del fango sul paese anche di aver fatto mandare in prigione degli innocenti. E cosi’ si infittisce il mistero che ha alimentato scritti e anche il cinema ha fatto girare le sue pellicole.

Di questi mesi l’uscita del libro di Toni Sirena, ” I DELITTI DI ALLEGHE, LE VERITA’ OSCURATE”

i-delitti-di-alleghe-toni-sirena
che non posso far a meno di leggere visti i punti interrogativi  che il racconto di Saviane mi ha lasciato.

Interessante la documentazione fotografica all’interno del libro di Saviane (di cui propongo l’ immagine di Emma De Ventura)  che ritrae volti, espressioni,  personalità e gerarchia sociale  di quegli anni.

emma-de-ventura

Impressionanti le manette che si usavano una volta e che si possono notare al polso di Piero De Biasio nella foto di copertina del libro ad inizio post.

*****************

Ps: Da oggi, troverete questa e tutte le altre mie recensioni in due pagine che si possono cliccare sopra alla foto di testata del blog e naturalmente qui sotto:
RECENSIONI LIBRI  2007

RECENSIONI LIBRI 2008

  1. 2001!
    Grazie, Dona. Ormai le ho preso “I giorni dell’amore e della guerra”. Essendo una donna molto presa dal suo ruolo di madre mi sembra una storia adatta. Terrò presente comunque il tuo consiglio per la prossima occasione.
    Cara Dona, lettrice instancabile, fotografa eccelsa, mamma attenta e grande lavoratrice: vuoi anche trovare il tempo di guardare la TV?
    Un abbraccio e un bacione ai tuoi pargoli,
    Artemisia

  2. PS: Mi son accorta che il precedente e’ stato il DUEMILLESIMO commento… non so se sia un gran numero ma a me pare non male per cui ringrazio tutti quelli che in questo anno abbondante di blog hanno partecipato a questo dialogo.

    GRAZIE A TUTTI
    Dona

  3. *Artemisia: se non hai ancora trovato il libro giusto da regalare a tua sorella (cosa che dubito visto il poco tempo che rimane da qui a Natale) ti consiglio quello di cui ho appena pubblicato la recensione e cioe’ Il bambino con il pigiama a righe di John Boyne di cui e’ uscito da pochi giorni anche il film ma che, almeno da me, hanno gia’ tolto dalle sale per dar spazio ai soliti “panettoni di natale”, purtroppo!
    Per quanto riguarda all’eventuale giudizio da dare ai libri che leggo, apposta fin ora non l’ho fatto, almeno con punteggi o stelline perche’ penso che, come ho detto in piu’ di un occasione, in ogni libro ci sia del buono anche in quello che sembra il peggiore. Dalle mie recensioni penso trapeli, anche se magari non in maniera cosi’ evidente, un mio giudizio e trovo giusto in questa maniera di non condizionare piu’ di tanto un eventuale scelta da parte del lettore (semmai le mie strampalate recensioni abbiano tale potere). Mi fa comunque piacere che tu possa trovarci comunque qualche consiglio e grazie dei tuoi per migliorare il mio lavoro.

    *Arnicam: bene bene, son contenta che col nuovo avatar tu ti possa sentire piu’ a tuo agio
    Buon inizio settimana a te

    *Francesca: felice di ritrovarti qui.

    *Sileno: il libro che tu citi sara’ uno dei prossimi che leggero’ ma visto che dicono smentisca un po’ le teorie di Saviane volevo prima leggere il suo.

    Un caro saluto a tutti
    Dona

  4. Questa sera sono stato alla presentazione del libro di Toni Sirena:” I delitti di Alleghe le verità oscurate” edizioni CIERRE che racconta tutta la storia in maniera molto dettagliata e accurata.
    Lo consiglio vivamente.
    Sileno

  5. consiglio prezioso! baci

  6. Grazie per avermi tolto di mezzo quell’impertinente faccina! col nuovo avatar mi sento già meglio ah 😉 buon fine settimana Dona

  7. Sai cosa, Dona, forse non sarebbe male aggiungere un giudizio sintetico tipo voto (buono, ottimo, cosi’ cosi’) oppure un certo numero di stellette. Spesso dalle recensioni non riesco a capire molto se il libro ti e’ piaciuto o no e a me il tuo parere interessa molto.
    Troppo “pappa scodellata”?
    Artemisia

  8. Confermo: hai fatto benissimo a raggruppare le recensioni. Come sai, sono una lettrice tartaruga e di sicuro non riesco a starti dietro. Pero’ ora per esempio sto cercando un libro da regalare a mia sorella che invece e’ una lettrice forte ed attingero’ sicuramente ai tuoi consigli.
    Grazie,
    Artemisia

  9. Rino: fine anno? non hai specificato di quale🙂
    E Buzzati l’hai letto?
    Per quanto riguarda il raggruppare le mie recensioni in queste due nuove pagine e’ stato piu’ che altro utile per me per capire un po’ quanto ho letto quest’anno ( a dire il vero non ho ancora scritto di tutti i lebri che ho letto quest’anno) e che tipo di letture. Poi in questa maniera vedo un po’ di ordine che per me non guasta mai.

    Arnicam: diciamo che i fatti e misfatti (come li chiama Rino) sono stai di tutti i tempi e di tutti i paesi. penso che casi come questo o che comunque non sono ancora del tutto chiariti dopo tanti anni ce ne sono anche ora e non solamente in Italia, in questo come del resto per quasi tutto vale il detto “tutto mondo e’ paese”. Ti devo dire pero’ anche che si pensa che tali avvenimenti posssano succedere solamente lontano da noi e invece…
    Vado su flickr allora a leggere i tuoi commenti, e’ da un po’ che non ci vado.
    Ps: ho cambiato l’avatar e non mi dici niente?

    Un caro saluto
    Dona

  10. Non conoscevo questa storia e ancora una volta penso al fatto che il nostro è il paese dei delitti impuniti, delle verità deviate, quando non insabbiate…Che brutta bandiera da tenere alta! Un caro saluto (ti ho lasciato dei commenti su Flickr)🙂

  11. Prendo nota, magari per fine anno trovare un po’ di tempo da dedicare a Saviane.
    Mi piace la tua idea di fare due pagine dedicate alla recensione.

    Felice serata.

    Rino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: